Blog: http://kengah.ilcannocchiale.it

io e le pigotte dell'UNICEF

 
La mia cagnolina ha scovato uno strano essere nel mio giardino, chi sarà?


Tutto ha inizio con l'iscrizione ad un corso per realizzare bambole di pezza: "le Pigotte".
Forse il ricordo di quella che mi ha fatto la mamma quando ero piccola e mi è rimasta nel cuore,
o il gusto e la soddisfazione che mi dava confezionare vestitini per me e le mie sorelle,
oppure la gioiosa sorpresa che ho visto brillare negli occhi di mia figlia quando gli ho donato la bambolina fatta di ritagli e cucita di nascosto mentre lei dormiva, stà di fatto che la cosa mi ha riempito di entusiasmo, di quell'entusiasmo che i bambini hanno nel fare un qualcosa per la gioia e il gisto di farlo, senza secondi fini.

Ci siamo incontrate una mattina eravamo sei donne:
una madre di famiglia che di famiglie ne ha due di cui una adottata,
una giornalista che tra un' articolo e l'altro cuce minimagliette e minicalzini,
una sindacalista-fotografa con la passione di aiutare gli altri,
una super-attiva lavoratrice milanese che con la pensione è ritornata nel suo paese in Friuli,
una signora di Pordenone con tanta voglia di dare, ed infine io.

Nel frattempo il gruppo si è trasformato, ci sono stati nuovi arrivi e qualcuno per impegni ha dovuto salutarci.
Naturalmente non dimentico la nostra Anna Maria "insegnante tutto fare" specializzata in Pigotte di tutti i tipi,senza distinzioni: digenere, religione nazionalità e cultura.

Di sicuro ci vuole molta pazienza e buona capacità di comunicazione, per mantenere un tranquillo accordo tra persone così diverse, ma la cosa più affascinamte è l'entusiasmo che c'è in noi nel creare bamboline sempre più belle, dando il massimo della nostra fantasia, per sostenere progetti finalizzati alla vita e crescita sana di bambini che non conosciamo e non vedremo mai.
Ma crediamo sia giusto dare tutto quel poco che si può.

In cambio non riceviamo un contributo in denaro ma allegra compagnia, soddisfazione e compiacimento anche di noi stesse, con la certezza che tutto questo fa bene oltre che a noi, a molti molti bambini.

E poi mi chiedo: se invece ci fosse un guadagno personale nel confezionare bambale, ci sarebbe ancora quell'armonia quando c'incontriamo il mercoledì mattina?

E questi da dove vengono, eppure non mi sembrano Pigotte, devo aver sbagliato qualcosa;
darò una ripassata al libro degli incantesimi!

Pubblicato il 5/5/2008 alle 22.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web