.
Annunci online

  kengah [ graziella - vola solo chi osa farlo - ]
         


13 novembre 2008

Che cosa pensi delle nostre leggi?

A voi piace emanare leggi,
ma più ancora vi piace trasgredirle.
Come fanciulli che ostinatamente innalzano per gioco torri di sabbia in riva al mare
per poi distruggerle con una risata.
Ma intanto che innalzano queste torri, il mare trascina altra sabbia sulla riva,
e quando le distrugge il mare ride con voi.
In verità, il mare ride sempre con l'innocente.

Ma cosa pensate di quelli per qui le leggi dell'uomo non sono torri di sabbia
e la vita non è un mare,
bensì una roccia, e la legge uno scalpello
con il quale inciderla a propria somiglianza?
E dello storpio che odia i danzatori?
E del bue che ama il suo giogo e crede l'alce e il cervo della foresta smarriti e vagabondi?
E della vecchia serpe che non squama più e stima gli altri vergognosi e nudi?
Edi chi va al banchetto nuziale di buon'ora e torna sazio e stanco
definendo ogni banchetto una profanazione e i convitati trasgressori?



Che dirò di loro se non che si stagliano nella luce,

ma con la schiena rivolta al sole?

Essi vedono soltanto la loro ombra, e questa è la loro legge.

E che cos'è il sole per loro
se non un seminatore di ombre?

Kahlil gibran




permalink | inviato da graziella_ il 13/11/2008 alle 13:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     agosto        dicembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom